Il Gruppo Strumentale Santa Margherita e il Coro Croma col Punto

sono lieti di invitarvi ai prossimi appuntamenti del Centro Culturale “Amici della Musica”

Sabato 18 novembre - ore 20:30
Auditorium “Riedo Puppo” - Moruzzo
Concerto di Santa Cecilia
Gruppo Strumentale Santa Margherita
G.A.M.E. Saxophone Quartet

Sabato 2 dicembre - ore 20:30
Chiesa di Martignacco
Domenica 3 dicembre - ore 16:00
Chiesa di Pradamano
Venerdì 15 dicembre - ore 20:30
Chiesa di Cussignacco
In cammino con J.S.Bach
Gruppo Strumentale Santa Margherita
Coro Croma col Punto
Coro Una Voce
 
Venerdì 8 dicembre - ore 10:30
Chiesa di Pignano - Ragogna
Animazione Santa Messa
Coro Croma col Punto

Sabato 6 gennaio - ore 15:30
Pieve di Santa Margherita del Gruagno
XXXIV Concerto dell’Epifania
 

Saggi musicali 2017

Si  terranno nei giorni 28 e 29 aprile presso l'Auditorium "Riedo Puppo" di Moruzzo i tradizionali saggi musicali di fine anno con protagonisti gli allievi dei corsi di musica ed i loro insegnanti.
Il 2 giugno presso il Parco di Villa Orgnani Deciani a Villalta di Fagagna ci sarà l'appuntamento finale con i ragazzi dei corsi di musica moderna.
Il calendario è il seguente:
 

Venerdì 28 Aprile - ore 20.30
Auditorium "Riedo Puppo" di Moruzzo
Saggi musicali delle classi di: 
pianoforte, fisarmonica, violino, chitarra, oboe
insegnanti:
Mietta Prez, Andrea Toffolini, Alvio Boscarello, Caterina Picotti, Raffaele Pisano, Luisa Spangaro
 
Sabato 29 Aprile - ore 20.30
Auditorium "Riedo Puppo" di Moruzzo
Saggi musicali delle classi di: 
pianoforte, violino, violoncello, chitarra, flauto dolce, flauto traverso, clarinetto, sassofono, propedeutica musicale
insegnanti:
Rossella Del Zotto, Pablo Diaz, Giancarlo Gori, Gabriele Saro, Francesco Pinosa, Claudio Renzini, Marinella Concina, Paola Saro, Erica Paravan
 
Venerdì 2 Giugno - ore 17.00
Parco di Villa Orgnani Deciani a Villalta di Fagagna*
Saggi musicali delle classi di: 
canto, batteria, fisarmonica, chitarra, basso elettrico
insegnanti:
Elena Aloisi, Laura Battel, Ermes Ghirardini, Alberto Zenarolla, Alvio Boscarello, Denis Biason
 
*In caso di maltempo il saggio si terrà presso l'Auditorium "Riedo Puppo" di Moruzzo.

Epifania17

33° Concerto dell'Epifania

in cammino con Johann Sebastian Bach

Venerdì 6 gennaio 2017 alle ore 15:30 presso la Pieve di Santa Margherita del Gruagno (Moruzzo) si terrà il tradizionale appuntamento con il Concerto dell'Epifania, giunto alla sua 33a edizione.
 Con il concerto di quest’anno si vuole presentare un percorso monografico incentrato sulla figura di Johann Sebastian Bach con particolare attenzione alle opere di carattere natalizio.
Il programma infatti prevede l’esecuzione di brani estratti dalle Cantate e dall’Oratorio di Natale, prefigurando un “cammino” che partendo dall’Avvento ci porta all’Epifania. Non c’è l’intento filologico nell’esecuzione, ma quello divulgativo di opere che non vengono spesso eseguite. Un fine quasi didattico, quindi, obiettivo da sempre perseguito dal Centro Culturale Amici della Musica.
Nel programma troveremo arie per soprano (Annalisa Milioto) e per basso (Paolo Cevolatti), corali eseguiti dai cori “Croma col punto” (direttore m°Orfeo Venuti) e “Una voce” (direttore m°Andrea Toffolini) e corali figurati orchestrati per il Gruppo Strumentale "Santa  Margherita" dal maestro Andrea Toffolini, che curerà anche la direzione del concerto.
 
 
 
 
 
 

natale16

Natale a Villa Orgnani Deciani

Le vacanze di Natale si avvicinano e desideriamo ritrovarci con tutti voi (allievi, soci, familiari, insegnanti, collaboratori, amici…) sabato 17 dicembre per lo scambio degli auguri... ma in musica ovviamente!
Il pomeriggio verrà suddiviso in due parti, identiche nello schema: dapprima avremo il piacere di ascoltare alcuni allievi che ci proporranno brevi pezzi musicali, poi ci saranno gli auguri, il brindisi e l'immancabile fetta di panettone.
 
Ci saranno quindi questi due momenti:
alle 14.30 con un primo gruppo (parte musicale e poi il brindisi);
alle 16.00 con un secondo gruppo (parte musicale e poi il brindisi).
 
Gli Allievi che suoneranno/canteranno verranno informati dai rispettivi insegnanti circa l'appartenenza al primo o al secondo gruppo e diventerà quindi automatica la suddivisione dei relativi familiari ... 
Tutti gli altri (amici, collaboratori, allievi non direttamente coinvolti nella parte musicale attiva) sono liberi di scegliere a quale gruppo unirsi per festeggiare assieme a noi: Vi aspettiamo!!
Cogliamo fin d'ora l'occasione per porgere i nostri più Sinceri Auguri di Buone Feste a tutti coloro che, causa impegni vari, non potranno esser presenti a questo nostro pomeriggio di festeggiamenti.

Concerto di Santa Cecilia

Santa Cecilia 16Sabato 26 novembre 2016 a partire dalle ore 20:30 presso l'Auditorium "Riedo Puppo" di Moruzzo si terrà il tradizionale Concerto di Santa Cecilia.
Protagonista della serata sarà il Gruppo Strumentale "Santa Margherita" che, sotto la direzione del maestro Andrea Toffolini, presenterà il progetto pianOrchestra.
Durante la serata verranno eseguiti brani di celebri autori ottocenteschi (Grieg, Schumann, Schubert, Mendelssohn...) dapprima suonati al pianoforte dal maestro Pablo Diaz, docente presso la scuola di musica dell'Associazione, e poi riproposti in versione orchestrale dal Gruppo Strumentale "Santa Margherita".
Gli arrangiamenti sono stati curati da Federico Quagliaro, allievo del maestro Toffolini che lo ha guidato in questo progetto.
 
 
 
 

Progetto PianOrchestra

Il progetto PianOrchestra nasce da un'idea del maestro Andrea To ffolini e di Federico Quagliaro che ha come fonte di ispirazione l'orchestrazione dei Quadri di un'esposizione di Musorgskij compiuta da Ravel: nell'ambito di questo progetto, infatti, sono stati scelti e orchestrati undici brani per pianoforte. In tal modo ogni brano viene ascoltato dal pubblico due volte: dapprima infatti viene presentato dal pianoforte e subito dopo è riletto in chiave orchestrale.
L'ascoltatore può quindi confrontare due diverse sonorità della stessa composizione e osservare come le stesse note possano assumere colori diversi. "Colori" è forse una delle parole che puo meglio descrivere il progetto: possiamo paragonare i brani eseguiti dal pianoforte e dall'orchestra rispettivamente a delle foto prima stampate in bianco e nero e poi a colori. Infatti è come se ogni strumento, con il suo timbro unico "colorasse" le note assegnate al pianoforte. Questo non sminuisce in alcun modo la presentazione pianistica: basti pensare al paragone delle foto. Chi infatti potrebbe a ffermare che una foto in bianco e nero è piu brutta di una a colori? Ognuna ha il suo fascino e trasmette emozioni diverse.
La scelta dei brani pianistici è stata effettuata seguendo due criteri. In primo luogo, i brani sono tutti "fogli d'album" di autori ottocenteschi (Schumann, Schubert, Mendelssohn, Grieg e Moszkowski): la scelta dell'Ottocento appare quasi naturale, in quanto tale secolo ha visto fiorire numerosissime composizioni per pianoforte, a tal punto che questo strumento può quasi essere considerato l'emblema del Romanticismo. Va detto però che si potrebbe eff ettuare un'ulteriore divisione temporale: infatti, mentre Schumann, Schubert e Mendelssohn sono autori attivi nella prima metà del secolo, Grieg e Moszkowski sono piu "vicini" al Novecento, e questo fatto si può subito notare nella diversa "sonorita" delle loro musiche. In secondo luogo, tutti i brani sono rivolti ad un pubblico di giovani pianisti: in tal modo si è voluto evidenziare come anche composizioni "facili" e di durata relativamente breve possano prestarsi molto bene ad un'interpretazione orchestrale. Unica eccezione in tal senso è il Bolero di Moszkowski: esso infatti non e rivolto ad un solo esecutore, in quanto è un brano scritto per quattro mani.

Ballate d'argilla

Giuseppe D'Avenia D'Andrea e Simona Cava, due musicisti provenienti dalla Lucania, sabato 22 ottobre, presso la Sala "Vittoria" di Fagagna ci presenteranno Ballate d’Argilla.
Storie, tradizioni, fiabe, credenze, magia, mitologia, lingue e dialetti; ma anche l’argilla: il suo canto, il suo lamento, il suo silenzio, la sua voce che diventano musica, poesia, ritmo. Le Ballate sono ispirate dal paesaggio inquietante dei calanchi d’argilla che caratterizzano lo spazio dove l’appennino lucano sfuma verso il mar Jonio. La voglia di urlare al mondo intero il silenzio sussurrato dall’argilla. Racconti su personaggi fantastici e reali: Ulisse, Pitagora, Normanni, sirene, navigatori, orchi, folletti; tradizioni e simboli che tramontano e/ o si rinnovano.
Il progetto musicale è frutto di ricerche sulle tradizioni popolari, culturali e musicali ( locali, nazionali e internazionali ) e dello studio appassionato della chitarra acustica e dei suoi linguaggi, con un approccio musicale compositivo più che chitarristico in senso stretto. Si potrà ascoltare sonorità miste di musica folk (non folkloristica), tradizionale, etnica, mediterranea ed europea con sfumature jazz,; preghiere, canti, stornelli, lamenti.
Il limite, nell’ascolto, della comprensione del canto espresso in un dialetto lucano circoscritto in termini geografici (pisticcese), sarà superato con la traduzione in italiano delle liriche, e ciò allo scopo di facilitare la comprensione del significato dei testi e di spiegare il contenuto storico e antropologico delle singole ballate.
Le musiche e le storie inviteranno ad un viaggio culturale : dall’Irlanda all’Inghilterra, dalla Basilicata alla Puglia salentina e delle murge, dai mari del nord al Mediterraneo, dalle lingue antiche a quelle moderne. Questo progetto gode del Patrocinio di ONYX JAZZ CLUB, ente organizzatore della rassegna "Gezziamoci a Matera" ed è la prima serata di una collaborazione artistica-culturale sociale fra il Friuli e la Lucania che speriamo possa diventare frequente.

Chitarra in... Concerto

Chitarra2016“Chitarra in... Concerto” è il cartellone musicale che l’associazione MUSICAINRETE propone il prossimo autunno. Chitarra al singolare perché è lo strumento protagonista, “in” per i due signi cati: dentro la chitarra, nel senso di scoperta, conoscenza, analisi, approfondimenti... e chitarra in...sieme ad allievi, insegnanti, musicisti, pubblico che saranno avvolti da sonorità, passione, territorio, storia e valori.
Questo strumento, che nel corso dei secoli ha subito tante trasformazioni, sarà presentato attraverso generi e forme diversi offrendo al pubblico la possibilità di poter gustare alcune fra le tante svariate sonorità che questo strumento molto popolare è in grado di produrre.
Protagonisti saranno sia dei ragazzi, che attraverso questa esperienza avranno la possibilità di crescere e trovare stimoli formativi, sia dei musicisti affermati che potranno essere da riferimento per tanti giovani appassionati.
Il primo concerto si terrà a Fagagna il 22 ottobre; ospite speciale il duo lucano D’Avenia - Cava che ci presenterà lo spettacolo di musica e poesia BALLATE d’ARGILLA; storie di un tempo, storie di una tradizione che svanisce, storie di un territorio fra miti e leggende. Interessante serata realizzata grazie alla collaborazione con il festival “Gezziamoci a Matera”.
Significativa sarà la serata del 29 ottobre a Palmanova dedicata alla memoria del chitarrista Guido Baxiu scomparso all’età di 55 anni nel mese di settembre 2013. Insegnante e compositore che ha coinvolto centinaia di ragazzi attraverso il canto, l’uso del auto dolce, della chitarra e delle percussioni, creando orchestre e cori scolastici, organizzando concerti, trasmettendo valori sinceri con passione e dedizione. Proprio per questi motivi la serata sarà organizzata anche con la collaborazione di alcuni Istituti comprensivi (Palmanova, Gonars, Castions di Strada, Fagagna) e coinvolgerà, grazie alla disponibilità di vari docenti, un centinaio di ragazzi che proporranno diversi brani preparati per la circostanza con la stessa partecipazione globale quale era solito ottenere il maestro. Da segnalare anche il debutto della neocostituita Orchestra di chitarre “MusicainRete” che coinvolge ragazzi provenienti dalle scuole associate.
La terza serata sarà dedicata alla chitarra moderna e si terrà a Camino al Tagliamento il 5 novembre. Sul palco del teatro comunale si alterneranno insegnanti delle scuola associate a Musicainrete, con i loro rispettivi gruppi, presentando un programma ricco di musica flamenco, metal e progressiv.
La quarta serata sarà dedicata alla chitarra classica e si terrà a Mortegliano il 12 novembre. Protagonista l’Orchestra di chitarre “MusicainRete”, con un repertorio in gran parte popolare, trascritto appositamente per questa giovane formazione dal m.o Sebastiano Zanetti, e il gruppo "Athanor guitar quartet" formato da insegnanti della scuola di musica di Mortegliano. Repertori e tecniche a confronto nello spirito della crescita e continuità.
 
I concerti sono realizzati grazie alla collaborazione di tutte le Scuole associate, in particolare la Scuola Diocesana di Musica di Mortegliano, la Nuova Scuola Diocesana di Musica di Varmo, l’Ass.ne Musicale C.E.Di.M. di Gonars e il Centro Culturale Amici della Musica di Fagagna.
Il cartellone musicale è stato patrocinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Udine, dalla Città di Codroipo e dai Comuni di Camino al Tagliamento, Fagagna, Gonars, Mortegliano, Palmanova e Varmo.
 
L’ingresso a tutti i concerti è libero e gratuito.

3° INTERNATIONAL ITALIAN STEEL GUITAR CONVENTION 2016

30 aprile e 1 maggio 2016

Villa Orgnani Deciani - Villalta di Fagagna (UD)

 
Steel guitar
Le emozioni di questa convention nelle parole di Jo Santoro, uno degli organizzatori dell'evento.
 
 
Il 30 aprile e il 1° maggio scorsi, nell'accogliente e bellissima Villa Orgnani Deciani di Villalta di Fagagna, in collaborazione con  il Centro Culturale “Amici della Musica” si è svolta una manifestazione del tutto eccezionale, sia per la riuscita della stessa che per il particolare genere di musica proposto: la terza “reunion” dei massimi esponenti di steel guitar in Italia ed in Europa.
Riunioni di questo tipo, che costituiscono un evento anche all'estero (USA, Inghilterra, Olanda, Norvegia) dove sono più frequenti, intendono promuovere l'ascolto e diffondere la popolarità della Steel Guitar che non gode ancora del giusto interesse che meriterebbe, nonostante sia lo strumento più caratterizzante e più usato dalla musica country. Le ragioni di ciò stanno anche nella difficoltà e complessità d'uso dello strumento, che richiede al musicista un serio e faticoso approccio, e nella scarsa conoscenza che se ne ha anche tra gli stessi appassionati del genere country.
Date queste premesse è quindi facile valutare quel carattere di eccezionalità, sottolineato prima, di una simile manifestazione proprio qui in Italia dove ancora a fatica si tenta di diffondere più genericamente la musica country. Le due giornate, ineccepibilmente organizzate dal Centro Culturale “Amici della Musica” che con grande capacità ha provveduto alla sua buona riuscita, contava sulla presenza di 24 steel guitarist provenienti da tutta Europa.
 
Pagina 1 di 3